Skip to content

Non vi avevamo ancora detto che abbiamo un nuovo pack? no? Davvero????

Una delle classiche notizie che i diretti interessati scoprono dai giornali invece che dalla fonte principale.. :) No beh, si scherza. Forse però davvero vi è capitato di vedere in giro le nuove bottigliette e forse, se avevate in mente il prodotto vecchio, vi siete chiesti il perchè del cambiamento.

_DSC0089

Read more

Una breve rassegna di cosa, gli altri, dicono di noi…

E’ di pochi giorni fa un pezzo realizzato da Maria Sole Farinelli per Uncò Mag, una rivista on line, che dà spazio a idee e lavori nuovi attraverso la formula dell’intervista. Questa uscita ci ha fatto pensare di raggruppare in un post parte di ciò che fino ad ora è stato raccontato su di noi e su d’UVA.dicono-di-noi

Read more

Lavaggio delle uve e vendemmia 2013

Breve racconto fotografico di cosa avviene dalla raccolta in vigna alla pigiatura..

_DSC0120

Read more

L’impronta idrica dell’uva

Quanta acqua usiamo in un giorno? Se sommiamo la doccia del mattino con quanta ne beviamo e ciò che utilizziamo per cucinare siamo molto lontano dal vero totale. Pensate che una tazza di caffè  americano di 125 ml prende 132 litri di acqua! Una bistecca per la cena se ne beve 2400, la camicia che indossiamo ne assorbe 2500 litri e un bicchiere di vino vuole molto più in acqua di ciò che sembra…120 litri.

Ma da dove arriva questa acqua fantasma?    Da anni esiste un movimento diretto a ricercare degli indicatori di valore delle merci in unità fisiche: l’ impronta di carbonio, di cui si parla spesso negli ultimi tempi è una di queste, un’altra è “l’impronta idrica” altrimenti detta acqua virtuale. La produzione, la commercializzazione e l’uso di tutte le merci richiede l’utilizzo di materie prime prese dalla natura, ogni prodotto finito, sia alimentare che materiale ha bisogno di acqua per essere realizzato.  A Cascina Belmonte ci sforziamo di produrre d’UVA in modo sostenibile e il più pulito possibile. I processi di produzione di vino (la parola vino potrà alcune volte esser usata come sinonimo di d’ UVA in questo articolo) o di d’ UVA, sono i medesimi fino alla fermentazione, e come è tradizione in Europa, anche a Muscoline, i vigneti non vengono irrigati!

7537900426_145c5e3480_b

Impronta idrica. Foto da Natesh Ramasamy, Creative Commons

Read more

Ultima puntata dei cocktail per d’UVA: i Signature.

Chiudiamo la carrellata dei 12 cocktail di Cristiano Taluzzi per d’UVA con i Signature, ancora una volta grazie al nostro ideatore di elisir per la felicità, o di ‘liquidi allegri’ come ama definirli lui; perennemente alla ricerca di un ingrediete esotico, un bicchiere vintage, una decorazione nuova, una storia per incantare i suoi fortunati avventori, lavorare con Cristiano è stato un vero piacere, vederlo all’opera, osservare la facilità con la quale crea bellezza ed equilibrio, capire che dietro l’apparente facilità, altro suo regalo, c’è studio misura passione ricerca. Armonia, bellezza e gusto sono i veri tre ingredienti che Bitter Talosky padroneggia con naturale maestria!

Per d’UVA e per tutti noi Cristiano ha aperto un mondo, ha sollevato un angolo del sipario e ci ha fatto dare uno sguardo dentro alla magia dei mix.

D'uva 16-04-2013-188

 

Read more

Seconda parte: Cristiano Taluzzi con d’UVA rivisita i ‘Classici’

Cristiano Taluzzi alle prese con la seconda parte del lavoro dedicato ai cocktails per d’UVA, li ha chiamati Classic with a twist.

 

D'uva 16-04-2013-046

Read more

Prima parte: d’UVA e i Mocktails

Abbiamo conosciuto Cristiano a Lefay Resorts la scorsa estate, siamo subito rimasti affascinati dalla sua capacità di lavorare su una materia prima e accompagnati dal suo entusiasmo, dai suoi aneddoti e dai suoi sapori ci siamo lasciati trasportare nel mondo sconosciuto delle ‘POLIBIBITE’ -così  chiamavano i cocktails i Futuristi- !

Attraverso le sue storie, contagiati dalla sua passione, stimolati dalla sua professionalità abbiamo desiderato di conoscere la forza di d’UVA in mix ed  è nato questo progetto: un ricettario breve di 12 cocktail che diviso in tre puntate parlerà di momenti di piacere, di storia, di luoghi.

D'uva 16-04-2013-029

Read more

d’UVA e bioplastiche: quando?

Ci siamo posti sin dall’inizio l’obiettivo di essere ecologicamente sostenibili in tutte le fasi della produzione di d’UVA: le nostre pratiche agricole sono biologiche, le uve vengono raccolte a mano e tutti gli ingredienti infusi nel nettare d’uva sono biologici, l’acqua aggiunta e utilizzata per le infusioni è di sorgente…ma le bottigliette di plastica le viviamo come una X grossa e rossa in comportamento sulla nostra pagella!

La plastica è onnipresente nella nostra vita, ed è difficile incolpare le passate generazioni o noi stessi, per averla accolta con tanto entusiasmo; alla fine del XIX secolo quando è arrivata sul mercato- il primo oggetto ad essere realizzato fu il pettine – è stata accolta come una libertà, incredibile un materiale che non poneva limiti alla possibilità di utilizzo. Prima della plastica, ogni materia usata dagli esseri umani era naturale e perciò limitata nelle quantità, ogni cosa era legno, vetro, metallo, pietra, o avorio, oggi invece la semplice lavorazione del petrolio e del gas naturale può creare catene di polimeri e produrre la plastica: robusta, leggera, praticamente inodore ed economica. Purtroppo, il prezzo da pagare è che la procedura e i materiali di produzione rendono difficile lo smaltimento e la decomposizione e il costo ambientale di questi 2 problemi è diventato altissimo (infatti solo il 10% del materiale plastico usato viene attualmente riciclato). 1,5 milioni di barili di petrolio sono utilizzati ogni anno soltanto a produrre bottiglie di plastica (Postconsumers).

Read more

d’UVA a LIVE THE TRENDS

Live THE TRENDS 12 Giugno 2013 alla Fonderia Napoleonica Milano un evento di The Brand Shop.

1008744_493589600711620_1309914129_o

Una arguta e divertente analisi sulle evoluzioni del mercato e dei consumatori originati dalla crisi globale.
ecco i TRENDS messi a fuoco da The Brand Shop:
Si consuma meno, SI CONSUMA MEGLIO…. (Grazie alle amiche di Zerobriciole che hanno posato per d’UVA.)

_DSC0126

Read more

d’UVA cresce…

Stiamo vivendo una delle primavere più fredde e piovose che si possano ricordare. Nonostante questo, la vite ha cominciato il suo percorso di crescita e, sempre meno timidamente, si stende verso il sole. Sotto la vite l’erba alta aiuta a ridurre le infezioni primarie di peronospora, allo stesso tempo la presenza di polline aiuta le neanidi di fitoseidi (insetti utili) a svilupparsi e diffondersi.

campagna 3

Read more